flight


11 Aprile 2005

quando si prende un aereo accadono cose particolari, e già il fatto di entrare in un luogo non luogo come è l’aeroporto porta a comportamenti bizzarri.
due su tutti: anche per un viaggio brevissimo, di un’ora da milano a roma, ma ancora ben di più per un viaggio lungo, succede che appena l’aereo atterra tutti (ma soprattutto gli italiani) accendono il telefonino e telefonano a casa/ufficio per dire trionfanti “tutto bene! sono arrivato sano e salvo!”. allora: non solo si è preso un mezzo di locomozione supermega sicuro, ma anche l’unico che se avesse anche il più minimo piccolo incoveniente, tutto il mondo dopo un minuto lo verrebbe a sapere. “aereo con carrello difettoso atterra in emergenza” titola il giornale in prima pagina. quindi se il nostro aereo sul quale viaggiamo schianta sicuramente i nostri amici lo verranno a sapere immediatamente. e non è che quando prendiamo il motorino per andare in porta ticinese una volta arrivati chiamiamo casa per dire “ciao tutto bene! sono salvo!”. e invece lì servirebbe! se una macchina ci schiantasse contro un incrocio saremmo una notiziola di due righe in ultima pagina…

altra cosa particolare del viaggiare in aereo, di questi ultimi tempi soprattutto: al controllo in aeroporto controllano tutto bene benino, anche a vecchi, suore, bambini e donne incinta. e va bene. quando trovano una pinzetta per le unghie i polizziotti ti guardano con aria sospettoso/trionfale: “signore! e questa?!?!” la sequestrano e devi partire senza la temibilissima arma di distruzione di massa. benissimo. oggi ho preso per l’ennesima volta un aereo, ho fatto la suddetta trafila, entro in cabina, mi siedo bello tranquillo, mi apparecchiano per la cena e cosa mi danno? coltelli (due) e forchette (due) di metallo belli grandi come quelli che tutti noi abbiamo a casa! ma come?!?!
è vietato portali dentro, ma dentro te li danno?!?!

l’argomento di questi discorsi fa supporre che io sia di nuovo partito dall’italia.
per…

I correlati

ONE WEEK IN CAPE TOWN...

5 Maggio 2013

La fotografia mostra, non dimostra. Ferdinando Scianna   Photography doesn’t prove, it shows. Ferdinando Scianna

FOTONOTIZIARIO

11 Aprile 2014

su Fotonotiziario di Marzo. grazie a Bianca Astrid Bemori per l'intervista.     pagine cliccabili e ingrandibili

FLY ME TO THE MOON

24 Ottobre 2010

http://www.vimeo.com/16177142