il re è in mutande


3 Giugno 2006

la mia lettera alla redazione di anna ha provocato un bel ambaradam.
per dovere di cronaca e precisione devo prima di tutto dire che il direttore della rivista, con ammirevole tempestività, mi ha risposto pochi minuti dopo la mia mail: attestati di stima e volontà di incontrarci per valutare e chiarire…
ribadisco che non sono la rivista anna e il suo direttore la causa di tutto il disastro, sono solo parte di un sistema.
in ogni caso vi terrò aggiornati.
ringrazio tutti quelli che mi hanno scritto, ho ricevuto veramente tante mail e telefonate. ma non voglio, non posso e non debbo essere il don chichotte dei fotografi e della moda italiana.
non me ne frega un cazzo, sono un egoista che pensa al proprio interesse come tutti e non mi interessano i mulini a vento.
dico e scrivo solo quello che instintivamente mi sembra giusto.
nulla di più, nulla di meno.
anche perchè la realtà è sempre solo una: oggi è il sabato 3 giugno e sto lavorando, come d’altronde è successo ieri 2 giugno, festa della repubblica.
lavoro lavoro e lavoro.
il resto sono solo chiacchere, chiacchere e distintivi…

I correlati

SHOOTING: BENEDUSI APP

4 Aprile 2012

[it]fare una applicazione semplicemente con il portfolio no, non mi andava: per quello basta ed avanza il sito, no? in[...]