ANALOGICO VS DIGITALE


24 Agosto 2010

come dicono le riviste serie “riceviamo e volentieri pubblichiamo”:

“Egr Sig. Benedusi,

Mi chiamo Andrea e studio all’università. Da qualche anno seguo il Suo blog che trovo pieno di punti sia per quanto riguarda il mondo della fotografia, di cui Lei mostra un lato del tutto nascosto e forse inaspettato, sia per i Suoi onesti commenti riguardo alcuni aspetti della vita quotidiana. Le avevo già scritto un po’ di tempo fa e mi aveva consigliato la lettura di un paio di libri. Ho seguito il Suo avviso e ne ho letto in particolare uno: la camera chiara di Roland Barthes, che, nonostante non abbia trovato di immediata comprensione, mi ha fatto ragionare molto non tanto sulla fotografia, ma su quell’aspetto nascosto, interiore, che può essere espresso attraverso di essa.

Sono anche rimasto affascinato dalla mostra, tenutasi a Milano, di Steve McCurry, e recentemente ho avuto la possibilità di vedere il documentario candidato al premio Oscar 2001, War Photographer, che narra alcuni momenti di vita del fotografo di guerra James Nachtwey. Sono rimasto sorpreso dal fatto che questo fotografo usa la pellicola (almeno nel documentario, che data 2001). Ora Le scrivo per porLe una domanda: secondo Lei, è ancora attuale investire nell’allestimento di una camera oscura “amatoriale”? La mia domanda non vuole essere centrata tanto sull’aspetto economico-tecnico, quanto su quello interiore; lavorare con la pellicola riesce cioè a coinvolgere in misura maggiore nella fotografia in quanto mezzo di espressione artistico, vedendo i propri scatti emergere dall’oscurità?

Sperando di non aver posto una domanda banale,

Le porgo ancora i miei complimenti per il lavoro che svolge,

Cordiali Saluti

Andrea”

ciao andrea. la tua domanda è interessante, perchè non è la solita “meglio digitale od analogico?” che è una domanda che non ha alcun senso, perchè nel 2010 (se uno non fa l’artista o il grande fotografo, e io non sono ne’ l’uno ne’ l’altro) si scatta in digitale. e fin qui ci siamo.

più interessante però la tua domanda, e cioè di quanto possa essere utile scattare con la pellicola, per fare in maniera tale che l’aspetto tecnico possa influenzare anche l’aspetto creativo.

I correlati

LA VELOCITA’ E GLI R5

9 Aprile 2014

qualche settimana fa ricevo l'incarico da STYLE PICCOLI di fotografare una nuova band: gli americani R5. cinque ragazzi molto giovani[...]

NO WORDS

21 Aprile 2012

http://www.youtube.com/watch?v=-8BGFIlVQtg&feature=youtube_gdata_player

back

1 Maggio 2004

di nuovo a milano. ah! vecchia europa!