l’in visibile


4 Aprile 2003

Le discussioni, gli amici, le impressioni, la voglia di andare avanti, la voglia di dimostrare al mondo quello che valiamo e quello che conosciamo, tutte le esperienze avute, gli incontri di quando eravamo piccoli, i baci sfiorati, le scopate rabbiose, le amicizie recenti più forti di quelle lontane, le lontane solide come rocce, i momenti nei quali siamo dei, le domande, le soluzioni, le risate, la musica e la cultura, tutto questo e molto altro mi sprofonda dentro, sono un cretino, uno sfigato, uno sbandato, un artista, sono il carabiniere che uccide e il manifestante ucciso, un padre, un figlio, quali responsabilità ho, le posseggo tutte, come qualcuno disse “noi siamo la nostra storia”, ma qualcuno disse anche che “non contano i fatti ma gli stati d’animo”, queste cose tutte insieme, forse per un solo misero motivo: dimostrare che siamo vivi.
sono io, l’in visibile

I correlati

PREMIO CANON GIOVANI FOTOGRAFI

7 Luglio 2010

[it]una delle poche, serie e concrete possibilità per un giovane fotografo per farsi notare: il premio giovani fotografi canon, realizzato[...]

DUE LIBRI: BARESANI E GASTEL

29 Settembre 2015

[caption id="attachment_9637" align="alignnone" width="585"] Camilla Baresani by me[/caption]   C'è chi è fan di un inutile cantante, chi di una[...]