south africa #01


13 Aprile 2007

delle cose che tutti noi facciamo prevale spesso il tentativo di ricordane quelle più importanti, quelle che hanno provocato effetti più dirompenti o semplicemente quelle più macroscopicamente più significative.
quando si chiede a qualcuno di ricordare i fatti più importanti della propria vita normalmente lui ricorderà la laurea, il primo bacio, la nascita del primo figlio, il matrimonio…cose così.
anche i fatti e i personaggi storici sono ricordati per un certo evento accaduto un certo giorno, chessò cristoforo colombo trova il top della propria vita il 12 ottobre del 1492, allorchè non solo scopre l’america ma anche si trova a dividere il medioevo dall’era moderna.
chissà però quel giorno il povero cristo_foro come si sentiva, come stava, come si è svegliato quella mattina.
insomma, i dettagli.
i dettagli della vita che rendono spesso la vita speciale, ma che spesso, da tutti noi, vengono inesorabilmente dimenticati.
vorrei allora, soprattutto per me e per mia futura memoria, cercare di fissare il ricordo del dopo pranzo di ieri, qui in south africa dove sto lavorando.
c’era una bella temperatura, che è una cosa molto importante. quella temperatura che fa in maniera tale che all’ombra sia fresco, ma caldo al sole.
ho pranzato dopo aver scattato tutta la mattinata.
un pranzo semplice e, se vogliamo, quello pur dimenticabile…in ogni caso, per essere precisi, due panini “caprese” e due coca cole. però il pane era buono, con i semini fuori, la mozzarella certo non era granchè, ma il pomodoro e soprattutto il basilico niente male.
ok, ho pranzato e mi sono diretto verso la sedia di legno che vedete qui sopra. strategicamente rivolta verso il sole.
mi sono sdraiato lì e mentre i miei amici parlavano mi sono lentamente addormentato. insomma mi sono tirato un gran bel pisolino.
‘na pennica!
al sole.
caldo ma non fastidioso.
questo accadeva ieri, 12 aprile del 2007, intorno all’una.
tutto qui.

I correlati

per…

12 Aprile 2005

[it]sono qui...[/it]