in volo


11 Aprile 2007

sono di nuovo ripartito e di nuovo verso il south africa.
questo blog più che un blog scritto da un fotografo sulla fotografia comincia ad essere un blog scritto da un pilota d’aereo sul south africa…
any way, sono in volo e non posso, ancora una volta, notare le follie che vengono propinate a noi poveri utenti in nome della sicurezza.
la mia impressione è sempre di più che vengano fatte cose solo per darci l’illusione di essere protetti. come se ci dicessero di toccarci per dodici volte il naso, e questo ci preserverebbe da ogni attacco terroristico.
temo che tutto sia rimasto come nella vienna di inizio ottocento, come ho visto l’altro giorno nel bellissimo film “the illusionist”, dove il potere fa in totale autonomia quello che vuole.
torniamo ai controlli di sicurezza negli aeroporti:
questo l’ho già detto in passato, ma repetita juvant. non è permesso portare sull’aereo coltelli, e questo lo posso capire. il problema è che ti rompono il cazzo per le forbicine delle unghie o dei mini coltellini svizzeri.
e va bene. il problemino è che quando poi entri sull’aereo e ti danno da mangiare ti forniscono tutto un set di posate di acciaio belle grandi e grosse.
come da fotografia qui sopra.
che se te le avessero trovate nella tasca dei pantaloni durante il controllo a terra non solo te le avrebbero sequestrate ma ti avrebbero puntato contro fucili e pistole, certi di aver beccato un pericoloso terrorista.
questo in passato, lo ripeto, lo avevo già scritto. e va bene.
la nuova rottura di cazzo adesso è l’ossessione per l’acqua e i liquidi in generale.
mi hanno aperto il mio zaino e fatto buttare l’acqua e le mini confezioni di shampo prese negli hotel.
adesso io dico, ma siamo impazziti?!?! i problemi del mondo sono ben altri, va bene, ma noi subiamo ‘sta cosa senza dire niente come pecoroni?!?
mi sequestrano mezzo litro d’acqua e tutti i miei shampini, supero il controllo di sicurezza e voilà! mi trovo davanti cinquanta negozi dove posso comprare shampo e acqua a volontà!
i motivi per sequestrare della semplice acqua possono solo essere due: o pensano che l’acqua sia importante per contruire una bomba o pensano che la bomba sia direttamente dentro la bottiglietta.
non vedo proprio altre possibilità.
quindi se l’acqua serve per costruire la bomba ne posso comprare a litri e litri dopo i controlli.
se la bomba è dentro la bottiglietta…ma mi facciano il piacere! tra tutti i posto in cui, soprattutto io, potrei mettere una bomba (macchine fotografiche, computer, hard disk…) ha un vago senso pensare che possa essere nascosta dentro una bottiglia di acqua trasparente?!?!
è tutta una follia.
anche perchè mi sono accorto, una volta arrivato a cape town, di avere in tasca un pacchetto di fiammiferi.
saranno più pericolosi un pacchetto di cerini o una bottiglietta da mezzo litro d’acqua?

I correlati

PHOTO MAGAZINE

22 Gennaio 2010

[it]probabilmente è un po' troppo uscire lo stesso mese contemporaneamente su due riviste di fotografia: il fatto che un'intervista l'ho[...]

IL TEMA DEL LICEO

9 Gennaio 2013

[it]ho trovato, in fondo a un cassetto di gioventù, uno svolgimento (era tema libero, suppongo) il cui titolo era "Fotografia:[...]